Attualitàarteterapia

Lo scopo di questo articolo è quello di introdurre un argomento a noi molto caro, legato all’uso catartico e terapeutico che l’arte può assolvere nel migliorare patologie o rendere più felici.

L’idea che l’arte abbia un valore terapeutico è molto antica, gli antichi Greci attribuivano una funzione catartica al teatro, che veniva utilizzato per liberare le emozioni represse e ritrovare l’armonia nello stile di vita.

Già il teatro greco, quindi, può essere visto oggi come una sorta di “sostegno arte-terapeutico”, anche se è solo nel XX secolo che vennero mossi i primi passi verso l’arteterapia così come viene intesa oggi, grazie alla psicoanalisi di  Sigmund Freud (1856-1939) e Carl Jung (1875-1961).

Per Freud l’artista è un uomo che si distacca dalla realtà poiché non riesce ad adattarsi alla rinuncia al soddisfacimento pulsionale che la realtà inizialmente esige, e lascia che i suoi desideri di amore e di gloria si realizzino nella vita della fantasia. 

Seppur da un’ottica diversa, anche Jung considerò l’arte come un mezzo per esprimere le immagini appartenenti all’inconscio.

arteterapia

L’arteterapia, cos’è e a chi è rivolta

L’arteterapia è una disciplina che fa uso delle arti grafico-plastiche e vuole essere uno strumento per la ricostruzione dell’identità e dell’equilibrio della persona. Potenzia l’autostima, migliora l’immagine di sé e il rapporto con gli altri, promuove il benessere e sviluppa le potenzialità individuali. L’arte dà gioia e con la gioia cadono le difese, sparisce la paura, la creatività coincide con l’essere vivi; nel creare e nel dipingere si è liberi, ci si permette di vivere esperienze di trasgressione e di libertà. L’arteterapia può essere definita un intervento di aiuto e di sostegno alla persona a mediazione non verbale che utilizza i materiali artistici e il processo creativo come sostituzione o integrazione della comunicazione verbale, nelle relazione tra arteterapeuta e paziente. È messa in evidenza la differenza fondamentale tra linguaggio visivo e verbale portando ad espressione emozioni e sentimenti attraverso l’immagine. In accordo con le parole di Paul Klee: “l’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non lo è”. L’arteterapia clinica è rivolta ai bambini, ai pazienti psichiatrici, agli anziani, ai disabili, ai malati di Alzheimer e ai tossicodipendenti.

Il ruolo dell’arteterapeuta

L’intervento si svolge attraverso un percorso in cui la persona è protagonista di quanto avviene: il paziente esprime contenuti personali che possono essere ricordi, sensazioni, sogni, desideri, emozioni, con il dipingere, il disegnare e il modellare. Questo avviene in un luogo protetto dove l’arteterapeuta prepara i materiali e l’ambiente in modo da creare un clima di rilassamento e tranquillità. In questo intervento che può essere individuale o di gruppo è importante la relazione con l’arteterapeuta che crea il contesto relazionale adatto perché il paziente senta di potersi fidare e inizi il percorso espressivo, in un clima di non giudizio dove non vi sono aspettative improprie sul lavoro artistico che si viene realizzando.

L’obiettivo è di risvegliare nel paziente l’interesse per la produzione artistica e per il “bello”. Per bello si intende il meglio che riesce a fare con le sue capacità per raggiungere l’armonia delle forme, espressione di un equilibrio sia interno sia esterno e di un’adeguata accettazione della realtà, senza cadere nei malintesi dell’estetismo; l’opera non deve essere fatta secondo dei criteri estetici o tecnici: è bella perché è vera.

arteterapia

La realtà del laboratorio Terrarte

L’Associazione Laboratorio Terrarte offre assistenza formativa, educativa e socio-sanitaria a tutte le persone associate (persone disabili, bambini e adulti, soggetti con disagio), promuovendo la cultura e l’arte. Opera organizzando laboratori di carattere ludico-formativo con un approccio terapeutico e di inclusione sociale. Realizza e commercializza oggetti in ceramica, pubblicazioni e prodotti idonei alla promozione e diffusione della cultura e dell’arte. Organizza mostre, rassegne, concerti, promuovendo collaborazioni su scala locale, nazionale e internazionale.

arteterapia

Le attività del laboratorio

LABORATORIO PER DISABILI

Il laboratorio per i ragazzi disabili si svolge tutte le mattine e un pomeriggio a settimana durante i quali vengono proposte attività di: ceramica, pittura, musica, didattica e informatica. Il laboratorio “è aperto”, e questa caratteristica rende visibili i vari processi lavorativi, accentuando la fruibilità e facilitando l’interazione con il territorio e di conseguenza una piena integrazione sociale dei soggetti svantaggiati. Una parte dello spazio è dedicata all’esposizione ed alla commercializzazione dei prodotti realizzati.

LABORATORIO PER BAMBINI

di Zuzanna Maria Panek

Il laboratorio per bambini da 3 a 12 anni è suddiviso per fasce d’età e si svolge nelle ore pomeridiane. Le attività proposte sono: ceramica, pittura e illustrazione

CERAMICA

di Luca Sberna

Durante il laboratorio, che si svolge un pomeriggio a settimana, i partecipanti apprendono le varie tecniche di lavorazione dell’argilla, quali: ciotola pizzicata, lastra, piastrella, colombino, stampo, tornio e le tecniche di decorazione con smalti, cristalline, ingobbi e tecnica rakù. E’ possibile acquistare oggetti (biscotto) solamente da decorare.

INGLESE

di Lesley Jones

Corso di lingua inglese e conversazione per ragazzi e adulti, principianti e avanzati.

INGLESE PER BAMBINI

di Lesley Jones e Zuzanna Maria Panek

Apprendere la lingua giocando e conversando soltanto in inglese.

PIANOFORTE

di Zuzanna Maria Panek

Lezioni individuali di strumento per bambini e adulti. Orari da concordare con l’insegnante.

CREATIVITY & IMAGE

Creativity&Image è un servizio di grafica pubblicitaria curato da Marinella Caslini, graphic designer e illustratrice. Lo studio del design grafico viene realizzato attraverso la rielaborazione di disegni, ceramiche e proposte creative di bambini e ragazzi disabili che frequentano il laboratorio. Il disegno di un bambino può diventare il logo della tua azienda o lo sfondo della tua brochure, ma soprattutto usufruendo di questo servizio darai la possibilità ai soggetti svantaggiati di esprimere la propria creatività contribuendo alla loro piena integrazione sociale.

arteterapia

La collezione del laboratorio di Terrarte da Massimi Minimi

Amore a prima vista quello che abbiamo provato quando abbiamo conosciuto la bellissma realtà del Laboratorio artistico di Terrarte.

La nostra passione per l‘arte, per il mondo artistico degli artigiani e in questo caso, per l’aspetto sociale che tale realtà riesce a soddisfare, ci ha subito fatto capire di essere sulla strada giusta ed abbiamo immediatamente accolto nel nostro showroom, un numero di pezzi da collezione unici e ricchi di emozione.

Il tratto puro e vero delle pitture su un pregiato biscotto toscano, impreziosisce la tavola e arreda in maniera davvero particolare. La collezione presente nel nostro showroom, si compone di servizi da the, di preziose tazzine da caffè rese ancor più uniche dal coperchio salva aroma. Servizi da 2 da 4 da 6 a seconda delle necessità, salsiere, mug e piatti decorativi. Su richiesta, è possibile prevedere il quantitativo necessario per confezionare bomboniere per tutte le cerimonie: matrimonio, battesimi, comunioni. Non ci si stanca mai di ammirare il tratto infantile dettato dal nostro “io” interiore. Pensare che dietro ogni pezzo realizzato a mano, c’è un bambino, un adolescente che attraverso il suo lavoro riesce a crescere e a superare le difficoltà cui è soggetto, ci riempie di gioia e riconferma la passione che nutriamo per il nostro lavoro. Selezione artistica di pezzi unici, realizzati a mano che ci raccontano un mondo fatto di ricerca, studio, lavoro e in questo caso anche di evoluzione psicologica.

Vieni a trovarci nello showroom di Via Vittorio Veneto, 99 a Nettuno oppure seguici su Pinterest, Instagram e Facebook alla pagina Massimi Minimi.